I borsisti di Villa Massimo 2011

Jan Wagner, Letteratura, SVM 11
 

Nato ad Amburgo nel 1971, vive a Berlino. Scrive poesie e saggi, traduce lirica inglese (C. Simic, J. Tate, S. Armitage, M. Sweeney etc.), è stato coeditore della rivista letteraria internazionale Die Aussenseite des Elementes e dell’antologia Lyrik von Jetzt. Ha pubblicato con Berlin Verlag le raccolte liriche Probebohrung im Himmel (2001), Guerickes Sperling (2004), Achtzehn Pasteten (2007) e Australien (2010).

 

 

Matthias Graf von Ballestrem, Architettura, SVM 11
 

Nato a Colonia nel 1975. Studi di architettura a Berlino e a Los Angeles come borsista Fulbright. Collaborazione in diversi studi di architettura Dal 2006 lavora autonomamente come architetto ed è collaboratore scientifico alla TU di Berlino. Nel 2010 Visiting Critic alla Cornell University. Ricerca sull’interazione tra architettura e sistema nervoso. Esposizioni tra l’altro presso l’Haus1 di Berlino e al Program di Berlino con Anton Burdakov. 

www.studioballestrem.de

 

Marc Sabat, Musica, SVM 11
 

Il compositore canadese nato nel 1965 vive e lavora dal 1999 a Berlino. Il suo lavoro con strumenti acustici e l’elettronica trova ispirazione nella ricerca sulla percezione dell’intonazione, sulla musica folk e sperimentale americana nonché sulla relazione tra dimensione musicale e visiva. Registrazioni e partiture sono distribuite dalla Plainsound Music Edition Edition (www.plainsound.org) erhältlich.

 

 

 

Sven-Ingo Koch, Musica, SVM 11
 

Nato ad Hagen nel 1974. Studi di composizione a Essen, San Diego e Stanford, tra gli altri con Brian Ferneyhough. Influenzato dal conseguente soggiorno in Cali fornia dal 1999 al 2003, oggi vive a Düsseldorf. Gli sono state assegnate borse di studio fra l’altro da: Stanford University, Heinrich-Strobel-Stiftung, Künstlerhof Schreyahn e Schloss Solitude, inoltre ha ricevuto il Folkwang preis, il Kompositionspreis della Città di Stoccarda e il Musikförderpreis di Düsseldorf. 

www.sven-ingo-koch.de

 

Julia Schmidt, Arti Visive, SVM 11
 

Nata a Wolfen nel 1976. Studi alla Scuola Superiore di Grafica e Arte Libraria di Lipsia e alla Glasgow School of Art. Tra i riconoscimenti: Stiftung Kunstfonds di Bonn (2006), Villa Romana-Preis (2008), borsa di studio della Kulturstiftung Sachsen (2009). Esposizioni tra cui: Museum der bildenden Künste di Lepsia (2007), Casey Kaplan, New York (2008), Gf ZK Leipzig (2009), Meyer Riegger, Berlin (2010). www.caseykaplangallery.com  www.meyer-riegger.de

 

 

Andrea Hartmann, Architettura, SVM 11
 

Nel 2004 ha fondato lo studio di architettura Andrea Hartmann Architektur. Nel 2008 docente ospite alla China Academy of Arts Hangzhou. Negli anni 2005–11 collaboratrice scientifica all’Università di Belle Arti di Berlino. 

www.andreahartmann.com

 

 

 

Via Lewandowsky, Arti Visive, SVM 11
 

Nato a Dresda nel 1963, vive e lavora a Berlino. Studi presso l’Università di Belle Arti di Dresda. Tra i riconoscimenti: P.S. 1 in New York (1992), Art Space in Sydney (2003), Deutscher Kritikerpreis (2005), Villa Aurora in Los Angeles (2009). Esposizioni tra cui: documenta IX (1992), Kestner-Gesellschaft Hannover (2000), 3a Biennale di Mosca e LACMA a Los Angeles (2009).
 

www.vialewandowsky.de

 

 

Maria Sewcz, Arti Visive, SVM 11
 

Nata a Schwerin nel 1960, vive e lavora a Berlino. Studi di fotografia presso la Scuola Superiore di Grafica e Arte Libraria di Lipsia. Tra le pubblicazioni: un, zeit spuren und point out, Foto grafien 1985–2004. Incarichi di docenza a Berlino e Braunschweig. Numerose borse di studio ed esposizioni, tra cui allo Sprengel Museum di Hannover nel 2008. Opere tra l’altro alla Berlinische Galerie (Landes museum di Berlino) e al LACMA di Los Angeles.

 

 

Lutz Seiler, Letteratura, SVM 11
 

Nato a Gera nel 1963, ha lavorato come muratore e falegname ed ha studiato germanistica. Oggi vive a Wilhelmshorst, presso Berlino. Scrive poesie, prosa e saggi. Da ultimo ha pubblicato tra l’altro Sonntags dachte ich an Gott, Aufsätze (Suhrkamp 2004), Die Zeitwaage, Erzählungen (Suhrkamp 2009) und im felderlatein, Gedichte (Suhrkamp 2010). Riconoscimenti: ha ricevuto tra l’altro il Bremer Literaturpreis e il Premio Ingeborg Bachmann e Deutscher Buchpreis 2014.

www.suhrkamp.de