Villa Massimo ospite al Martin-Gropius-Bau di Berlino


7 dicembre 2017

L’undicesima volta e per la prima volta nel periodo prenatalizio. I borsisti 2016/17 hanno presentato al Martin-Gropius-Bau lavori nati durante il periodo romano. Non avremmo pensato che una serata così incantevole potesse diventarlo ancora di più.
Il via alla serata è stato dato da un’avvolgente fanfara cantata da Anna Depenbusch, a cui sono seguiti i discorsi di Joachim Blüher, Gereon Sievernich, Karl-Peter Schackmann-Fallis, Göran Gnaudschun e l’ospite d’onore Dieter Kosslick. L’artista Nezaket Ekici si è esibita in una intensiva performance dal vivo e altri 14 progetti. Nina Jäckle, Heike Geissler e Hartmut Lange hanno letto i loro testi nati a Villa Massimo, l’Ensemble Interface ha suonata composizioni di Lisa Streich e Torsten Herrmann. Anna Kubelík ha messo in scena una performance audiovisiva, a cui il pubblico ha partecipato in modo attivo. Inoltre, erano esposte fotografie di Göran Gnaudschun così lontane dalle cartoline di una Roma idillica e un film monumentale di Adnan Softić, che ha tenuto gli spettatori incollati alle sedie. Un installazione cinetica multimediale di Joachim Sauter chiudeva il programma.

Tirando le somme: una grande serata, un pubblico berlinese interessato e in conclusione un meraviglioso finale emozionante con i borsisti di molti anni passati.

Jorg Sieweke

Heike Geißler

Jorg Sieweke

Clemens von Wedemeyer

Birgit Frank

Claudia Wieser

Via Lewandowsky

Jay Schwartz

Leni Hoffmann

Isa Melsheimer