Kounellis - Immendorff


21 aprile – 8 maggio 2004

Soltanto un quadro al massimo: Kounellis - Immendorff

La mostra “Kounellis – Immendorff” è la seconda tappa del ciclo “Soltanto un quadro al massimo”, ciclo ideato e realizzato da Ludovico Pratesi, (critico e curatore italiano,) e da Joachim Blüher, Direttore di quest’Accademia. Le mostre sono mirate ad accostare un artista italiano ed uno tedesco di fama internazionale, mettendoli a confronto con una sola opera ciascuno. Sono in programma due mostre al’anno; la prima “Cucchi – Baselitz”, si è tenuta dal 18 settembre al 25 ottobre 2003. Gli artisti presenziano all’inaugurazione. Le opere vengono di volta in volta realizzate ad hoc per la mostra o selezionate proprio in vista dell’incontro.
L’artista greco Jannis Kounellis vive ed opera a Roma ed è noto a livello internazionale. Questi ha auspicato come controparte per il confronto l’artista tedesco Jörg Immendorff.
L’opera di Jannis Kounellis è un’installazione che dialoga con lo spazio espositivo attraverso la presenza di alcuni oggetti dal forte connotato simbolico e mitologico , come la rete da pesca e l’ancora. L’opera di Jörg Immendorff è un dipinto denso di riferimenti all’Italia, che vanno dalla cornice di gusto floreale al paesaggio tratteggiato sullo sfondo, dove compaiono immagini riferibili al mondo delle favole antiche, spesso presente nel lavoro dell’artista. Jannis Kounellis ( Pireo, 1936) è uno dei fondatori dell’Arte Povera. Vive a Roma dal 1957.Nel suo lavoro sono presenti elementi tratti dalla natura, oggetti quotidiani e riferimenti alla storia dell’arte e alla mitologia classica, interpretati in termini metaforici e simbolici. Le sue opere sono presenti nelle collezioni dei principali musei d’arte contemporanea del mondo. Tra le sue ultime mostre ricordiamo le due antologiche al Museo Pecci di Prato e allo S.M.A.K di Ghent.
Jörg Immendorff ( Bleckede, 1945) è uno dei massimi esponenti della prima generazione della nuova figurazione tedesca.Allievo di Joseph Beuys, ha raggiunto notorietà internazionale alla fine degli anni settanta con la serie di dipinti intitolata “Cafè Deutschland”,un’interpretazione del conflitto socioculturale che allora divideva la Germania. Tra le sue ultime mostre ricordiamo la retrospettiva al museo Ludwig di Colonia .

Ludovico Pratesi

Fernando Bryce

Jörn Köppler

Norbert Sachs

Benedict Esche

Nezaket Ekici

Bettina Allamoda

Christoph Keller

Maix Meyer

Eike Roswag

Andrea Hartmann